Infinito Silenzio, tra musica e poesia. A Milano

19 marzo 2018


Cosa avviene, quando si mettono a confronto due “espressioni di spiritualità” concepite a mille anni di distanza l’una dall’altra?
A Milano, la Basilica di San Vincenzo in Prato si appresta ad accogliere Infinito Silenzio – La Passione in musica e parole, uno spettacolo in tre parti nel quale la musica antica di Hildegard von Bingen e la poesia moderna di David Maria Turoldo si incontrano in un connubio d’eccezione.

L’esecuzione è affidata al coro femminile Hildegard von Bingen, fondato a Como nel 1992 dalla musicista Tiziana Fumagalli, che ancora oggi lo dirige.
Intitolato alla compositrice di nazionalità tedesca vissuta tra il 1098 e il 1179, il coro è attivo nell’esecuzione del suo repertorio, in un’azione di riscoperta della composizione femminile – ancora considerata un genere minore – senza tuttavia rinunciare a misurarsi anche con altre partiture, risalenti anche a epoche diverse.
Numerose le partecipazioni a festival, convegni e a rassegne concertistiche; significative anche le collaborazioni con artisti, registi e scrittori in produzioni video/teatrali.

Accompagnato dalla voce solista e dalla direzione della stessa Fumagalli, il Coro femminile Hildegard von Bingen si esibirà nel capoluogo lombardo sabato 24 marzo, alle ore 21,  proponendo un percorso uditivo che dal canto piano tradizionale passerà a quello innovativo di Hildegard von Bingen, fino alla chiusura polifonica affidata a intensi brani sulla Passione.