L’italiana in Algeri di Rossini apre il Festival Ticino Musica

16 luglio 2018


Anche la Svizzera italiana partecipa alle celebrazioni dei 150 anni dalla morte di Gioacchino Rossini. E lo fa con la prima de L’italiana in Algeri ‒ capolavoro del Maestro pesarese ‒ con cui il Festival Ticino Musica aprirà la sua 22esima edizione il prossimo 18 luglio, accanto all’Opera studio internazionale Silvio Varviso, per proseguire fino al 31 luglio.

Il tutto attraverso una serie di concerti giornalieri che saranno occasione d’incontro tra giovani musicisti provenienti da diversi Paesi e artisti di fama internazionale. Ticino Musica, fondato da János Meszaros – direttore artistico del festival fino al 2009, anno della sua scomparsa, e di cui quest’anno ricorre l’85esimo anniversario della nascita ‒ si conferma, così, incontro di musicisti provenienti da ogni parte del mondo, fondendo sapientemente offerta artistica e formativa per dare ai partecipanti e al pubblico la possibilità di vivere un’esperienza musicale a 360°.

Di questa completezza è espressione principale il calendario degli eventi, che si compone di più di 70 appuntamenti di vario genere, distribuiti su tutto il territorio ticinese.