La Vienna di Klimt, nelle fotografie di Moriz Nähr

22 agosto 2018

MORIZ_NAHR-gruppo-gustav-klimt-secessione-viennese

Non solo pittura e arti decorative: la Secessione Viennese è stato un movimento artistico che ha coinvolto tutto l’ambiente creativo della Vienna di inizio Novecento. Ne è un perfetto esempio – nonché imprescindibile testimone – Moriz Nähr, fotografo e grande innovatore del mezzo proprio negli anni di Gustav Klimt e compagni.

Anzi, a voler essere precisi, Moriz Nähr fu un grande amico di Klimt, che ritrasse spesso anche assieme ad alcune delle maggiori personalità del mondo culturale, artistico e filosofico viennese.
Viceversa, il Maestro della Secessione prese spunto da alcune fotografie dell’amico Moriz Nähr, come dimostra l’opera La foresta di faggi del 1902, chiaramente ispirata ai motivi e ai pattern botanici evidenziati negli scatti del fotografo a lui contemporaneo.

L’opera multisfaccettata di Moriz Nähr – allo stesso tempo amico dei “dissidenti” della Secessione e pittore di corte dell’Arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo – è al centro di una grande mostra che inaugurerà proprio a Vienna – presso il Leopold Museum – il prossimo 24 agosto.
Aperta fino al 29 ottobre, la puntuale retrospettiva restituisce la voglia di sperimentare e allargare i confini dell’arte che Moriz Nähr fece propria, applicandola alla fotografia come Klimt e gli altri facevano nei rispettivi campi d’espressione. Ritratti, paesaggi, ma anche fotografie di architettura e persino “street photography”, sono alcuni dei generi con cui l’autore decide di cimentarsi. Con risultati che, ancor oggi, stupiscono per l’incredibile modernità.

[Immagine in apertura: Moriz Nähr, Group portrait of the artists participating in the 14th Exhibition of the Vienna Secession (known as Beethoven Exhibition), Bildarchiv und Graphiksammlung der Österreichischen Nationalbibliothek, Wien | Vienna Foto | Photo: ÖNB/Wien | Vienna, Pf 31931 D 3]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close