Dai Kraftwerk ai Daft Punk, la musica elettronica si “mette in mostra”

15 aprile 2019

Daft Punk

È in corso fino all’11 agosto a Parigi, presso la Philharmonie de Paris, la mostra Electro: From Kraftwerk to Daft Punk: al suo interno la storia della musica elettronica, dai Kraftwerk ai Daft Punk, appunto, passando per grandi nomi quali Jean-Michel Jarre e Laurent Garnier, forse il più iconico dj di tutti i tempi.
Alla velocità di oltre 120 BPM, la musica elettronica detta da tempo il ritmo sulle piste da ballo in tutto il mondo.

Nata negli anni Ottanta a Chicago e Detroit, dove sorsero i generi dell’house e della techno, l’elettronica ha introdotto paesaggi sonori radicalmente nuovi, generati dalle macchine, che inducono un raro stato di estasi fisica.
Nella società frammentata di oggi, questa categoria di musica è molto più di un’esperienza sonora: è diventata un modo per riunire le persone, costruire comunità sia sul dancefloor che attraverso i social media e l’attivismo di numerosi collettivi.

Questa prima grande mostra sulla musica elettronica esplora l’immaginario del genere, le sue innovazioni e mitologie e le sue correlazioni con l’arte contemporanea.
Con una colonna sonora di Laurent Garnier, che ha contribuito alla mostra creando undici mix, Electro: From Kraftwerk to Daft Punk si pone l’obiettivo di “esplorare la storia della musica elettronica attraverso la scoperta della sua cultura, includendone le estetiche, gli immaginari, le figure di riferimento, i territori e molto altro”, come recita la presentazione.

Lo fa non con una documentazione fotografica, ma con la presenza pervasiva della musica e poi delle installazioni, create e pensate dai protagonisti del genere.
I Daft Punk, per esempio, propongono un’installazione ispirata alla loro traccia Technologic contenuta nell’album Human After All del 2005, con chitarre, costumi e tanto altro; i Kraftwerk hanno creato una serie di video proiettati in 3D e trasmessi utilizzando il suono spazializzato.
Insomma, una mostra degna della musica elettronica che vuole raccontare.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close