L’atteso concerto di Danilo Rea al Festival delle Nazioni

30 aprile 2019

Danilo Rea

Si chiude con un concerto di Danilo Rea la prima edizione della stagione primaverile del Festival delle Nazioni. Giovedì 2 maggio, l’osannato pianista originario di Vicenza – ma romano d’adozione – siederà al pianoforte del Teatro degli Illuminati di Città di Castello e improvviserà – come d’abitudine – temi e brani tratti dai repertori più disparati, ma sempre riconoscibili, attingendo dalla musica classica a Fabrizio De Andrè, dalle colonne sonore del cinema alle canzoni di Beatles e Rolling Stones.
I suoi concerti di piano solo, infatti, con le sue improvvisazioni che spaziano su qualsiasi repertorio grazie alla sua formazione eclettica che unisce studi classici, rock e pop, conquistano le platee di tutto il mondo: oltre a essere il primo jazzista ad aver tenuto un concerto di piano solo alla sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica (nel 2003), nel 2006 è stato protagonista di un memorabile concerto al Guggenheim Museum di New York. Danilo Rea è inoltre tra i pochi italiani a essere menzionato nella più accreditata enciclopedia globale del jazz, The Biographical Encyclopedia of Jazz di Leonard Feather e Ira Gitler. Ad oggi, la sua attività concertistica prosegue prolifica con tournée in Italia e all’estero.