Tutti pazzi per la macchina fotografica, a Los Angeles

4 agosto 2019


Conoscere la storia della macchina fotografica non significa soltanto comprendere l’evoluzione di un’arte, ma anche capire il modo in cui è cambiato il nostro modo di relazionarci al reale. Inaugurata nei giorni scorsi, la nuova mostra del J. Paul Getty Museum di Los Angeles esplora i progressi tecnici dietro questo ingegnoso dispositivo, attraverso una ricca selezione di modelli, dai primi esemplari ai più recenti.

Aperta fino al 5 gennaio 2020, In Focus: The Camera raccoglie un gran numero di macchine fotografiche prodotte dal XIX secolo ai giorni nostri, a partire dagli apparecchi al centro degli esperimenti di Nicéphore Niépce, Louis-Jacques-Mandé Daguerre e William Henry Fox Talbot. Si procede quindi con i primi esemplari di macchine portatili fino ad arrivare alle macchine fotografiche digitali e a quelle presenti sui nostri smartphone.

Curato da Paul Martineau, il percorso espositivo include inoltre una serie di ritratti e autoritratti di fotografi al lavoro: tra gli altri, Dorothea Lange, Edward Steichen, Helmut Newton e Andy Warhol. Un viaggio nel tempo per apprendere le evoluzioni della tecnologia e del nostro modo di “catturare” la realtà.

[Immagine in apertura: Anthony Friedkin, Extras with Film Cameras, 1996. Copyright: © Anthony Friedkin. Credit: The J. Paul Getty Museum, Los Angeles, Gift of Sue and Albert Dorskind]