Monopoli capitale della fotografia, con PhEST festival

4 settembre 2019


Sale l’attesa per la quarta edizione del PhEST – See Beyond the Sea, il festival dedicato alla fotografia che anche quest’anno porterà a Monopoli nomi tra i più acclamati della scena artistica internazionale. A partire dal 6 settembre, la città pugliese ospiterà mostre ed eventi culturali di prestigio, organizzati grazie alla regia di Giovanni Troilo, direttore artistico della manifestazione.

Tema di questa edizione della kermesse sarà “Religioni e Miti”, con l’obiettivo di indagare, attraverso il medium fotografico (ma non solo), l’istinto umano alla preghiera, alla ricerca di Dio, all’invenzione della religione ‒ intesa come pratica spirituale ma anche strumento di potere.

A comporre il densissimo programma del festival, ben sedici appuntamenti espositivi sparsi in varie sedi storiche del centro cittadino, ognuno dei quali affronterà l’argomento esplorando, attraverso l’arte, miti e credenze di oggi e di ieri.

Tra le novità del festival di quest’anno, la collaborazione tra PhEST e National Geographic, riassunta nella mostra collettiva Seeing Mary, un percorso fotografico che indaga il fenomeno delle apparizioni mariane, con trenta scatti esposti nelle sale del Castello Carlo V. Le giornate inaugurali del festival – dal 6 all’8 settembre – saranno inoltre arricchite da concerti, interventi di street art e proiezioni serali – come quella di sabato 7, con la visione del documentario Peter Greenaway presenta: Martin Lutero nell’arte, in partnership con Sky Arte. Un weekend culturale che inaugurerà al meglio la manifestazione, trasformando Monopoli in capitale pugliese della fotografia fino al 3 novembre, giorno conclusivo degli eventi.

[Immagine in apertura: © Daniel Ochoa de Olza]