In Valle d’Aosta è tempo di Wildlife Photographer of the Year

31 gennaio 2020

© Yongqing Bao - Wildlife Photographer of the Year

Il meglio della fotografia naturalistica si prepara a fare tappa in Valle d’Aosta, nel complesso medievale del Forte di Bard. È qui che, a partire da domani (primo febbraio) e fino al prossimo 2 giugno, i risultati più apprezzati del Wildlife Photographer of the Year 2019 si ritroveranno per una mostra tutta all’insegna della natura e dei suoi protagonisti.

A rendere speciale il progetto oltre cento scatti vincitori delle 19 categorie della 55esima edizione del prestigioso premio – il più importante al mondo per quanto riguarda la fotografia a soggetto naturalistico, promosso dal Natural History Museum di Londra. Scelte da una giuria di esperti, le immagini esaltano la bellezza e la fragilità della natura, cogliendo attimi preziosi e offrendo sguardi inediti sul mondo animale e vegetale.

LE FOTO VINCITRICI

A spiccare su tutte sarà senza dubbio The Moment: l’opera – che si è aggiudicata il titolo di miglior foto del 2019 – raffigura l’attimo in cui una volpe e una marmotta appena uscita dal letargo si incontrano sull’altopiano del Quighai, in Tibet. Scattata dal cinese Yongqing Bao, l’immagine esprime con incredibile intensità il dramma dello scontro tra vittima e predatore, tra vita e morte.

Al giovane neozelandese Cruz Erdmann è invece andato il premio come Young Wildlife Photographer of the Year 2019, grazie allo scatto Night glow: protagonista dell’immagine un esemplare di calamaro durante un corteggiamento, immortalato nel corso di un’immersione notturna al largo di Sulawesi, in Indonesia.

Tra le fotografie esposte, infine, anche quelle degli italiani Riccardo Marchegiani e Manuel Plaickner. Il primo (classificato sul gradino più alto del podio nella categoria 15-17 anni) sarà presente con l’opera Early riser, mentre il secondo (vincitore del premio Behaviour: Amphibians and Reptiles) occuperà le scene con Pondworld, scattata in Alto Adige durante la migrazione di massa delle rane.

[Immagine in apertura: © Yongqing Bao – Wildlife Photographer of the Year]