C’è un artista che trasforma gli edifici brutalisti in orologi a cucù

8 febbraio 2020

Guido Zimmermann, Cuckoo Block "Frankfurt − Green / Red Edition", courtesy the artist

Avete presente gli edifici Plattenbau della Germania dell’Est? Basta aver fatto un giro in quelle zone – e in tutti i Paesi al di là della cosiddetta Cortina di Ferro – per sapere bene di cosa stiamo parlando: enormi palazzoni in calcestruzzo, tutti uguali tra loro, costruiti per ospitare i tanti lavoratori che nel dopoguerra si spostavano dalle campagne alle città.

A dare nuovo significato a questi edifici, espressione per eccellenza del modernismo sovietico, è oggi l’artista tedesco Guido Zimmermann, che ha deciso di trasformare queste caratteristiche strutture in orologi a cucù.

“CASE SOCIALI” PER UCCELLINI

Succede con Cuckoo Blocks, una serie di modellini in legno che rimandano in tutto e per tutto all’architettura brutalista del dopoguerra. Più che somigliare ai tradizionali orologi della Foresta Nera (inventati da Franz Ketterer negli anni Trenta del Settecento), i dispositivi creati da Zimmermann riportano infatti le fattezze di questi “blocchi” residenziali, con tanto di balconi, finestre e antenne televisive in miniatura.

Concrete, funzionali e austere, le strutture ospitano tuttavia al loro interno simpatici uccellini lavorati a mano, creando un effetto straniante: da un lato la solidità dell’architettura, dall’altro la dolcezza dell’elemento animale. Il risultato è un “skyline” di “case popolari” per volatili da appendere al muro. Una trovata fra arte, architettura e artigianato che, ovviamente, sta facendo il giro del web.

[Immagine in apertura: Guido Zimmermann, Cuckoo Block “Frankfurt − Green / Red Edition”, courtesy the artist]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close