Torna in Salento la Festa di Cinema del Reale

23 luglio 2013


La cornice è quella, suggestiva, del Castello Risolo a Borgo Cardigliano, antico fortilizio a Specchia, punta estrema del Salento. L’obiettivo: fotografare il presente, vissuto nella costante evoluzione della tradizione; guardando alla capacità che gli antichi saperi hanno di crescere, mescolarsi, ravvivarsi. Nella più felice commistione di linguaggi che vanno dalla musica al teatro, passando per l’arte e – perché no – la cucina. In scena dal 24 al 27 lugliola Festadi Cinema del Reale.

Decima edizione per un evento che trae energia nella trasversalità di un programma che sceglie il cinema come punto di vista preferenziale, lente d’ingrandimento attraverso cui scoprire più ambiti, personaggi, paesaggi, storie ed emozioni. Molti i docu-film presentati nei giorni del festival, con particolare attenzione all’analisi di intriganti percorsi musicali: ecco Andrea Segre e Vinicio Capossela anticipare il loro progetto sul rebetiko, considerato l’equivalente greco del blues; ed ecco Searching for Sugar Man , vincitore dell’Oscar 2013 come miglior documentario.

Il Salento è ricco di tradizioni e magia: raccontate oltre trent’anni fa nell’inchiesta, oggi riscoperta, firmata da Gianfranco Mingozzi ed Egisto Macchi; svelate dal documentario con cui Edoardo Winspeare guarda agli arcani segreti del canzoniere grecanico. La musica è medium fondamentale per lasciare l’anima libera di esprimersi: lo conferma l’intensa Fedele alla linea , intervista esclusiva a Giovanni Lindo Ferretti raccolta da Germano Maccioni.

Gli incontri cominciano fin dal mattino: cappuccio, brioche e parole su cinema e dintorni per gli appuntamenti di “Lezione-colazione”, che vedono alternarsi tra gli altri, i vari Enrico Ghezzi, Daniele Vicari e Matteo Garrone. Al calare del sole, invece, la musica etnica del collettivo Dondestan, il teatro canzone di Andrea Rivera e la voce di Carolina Bubbico: molto più che un festival cinematografico. Una festa, infatti.