Da Picasso a Cattelan: ecco gli art-toys di “Mua Mua”

8 dicembre 2013


Ecco l’inconfondibile caschetto fiammeggiante, e gli occhiali tondi, di Yayoi Kusama. Ma anche Pablo Picasso, con l’immancabile maglietta alla marinara e la tavolozza in mano; e poi ancora Jeff Koons, accompagnato dal fido Balloon Dog : la scultura più costosa di un artista vivente mai venduta diventa ironico e morbidissimo animale da compagnia. Hanno le fattezze dei più grandi artisti dell’ultimo secolo le bambole create dalla designer italiana Ludovica Virga.

La cornice è quella di En Avance , punto di riferimento per il quartiere del design nella città della Florida, spazio che diventa vetrina per Mua Mua : un progetto nato nel sud-est asiatico solo pochi anni fa con la creazione – all’interno di laboratori di artigianato sociale sull’isola di Bali – delle prime bambole ispirate ai grandi nomi dello showbiz. Oggi arricchito della collezione dedicata all’art-world, presentata in occasione di Miami Art Basel.

In principio fu la moda: con Anna Wintur e Valentino, Giorgio Armani e Vivienne Westwood; e Karl Lagerfeld, tanto entusiasta della propria caricatura da volerne la commercializzazione nei punti vendita del suo marchio. Poi si è passati ai mostri sacri del rock – Axl Rose e John Lennon – e ai volti noti del jet-set internazionale: passando da Lady Gaga al principe Carlo, da Barack Obama ad icone di casa nostra: Francesco Totti, Gennaro Gattuso e persino Silvio Berlusconi.

Ora tocca all’arte. C’è Banksy, inguainato quasi fosse un ninja (o un personaggio di South Park! ) in una felpa nera con cappuccio; e poi Maurizio Cattelan e Salvador Dalì, Takashi Murakami e Damienirst. Protagonisti di un programma a sostegno della comunità dell’isola di Sumbawa, in Indonesia: i proventi della vendita delle bambole Mua Mua  contribuiscono infatti a garantire l’attività della scuola femminile di Nangadoro, con l’acquisto di materiali didattici e prestando assistenza medica alle studentesse.

[nella foto: le “Mua Mua Dolls” dedicate a Yayoi Kusama e Maurizio Cattelan – foto Philip Volkers]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close