Giornata del Contemporaneo 2014, mille eventi in Italia

10 ottobre 2014


Chi l’ha detto che l’Italia è Paese aggrappato al proprio passato, incapace di ragionare in termini di innovazione in campo culturale? La memoria del Rinascimento e del Barocco, della stagione romantica e di quella delle avanguardie storiche lascia il posto alla più stringente attualità con la decima Giornata del Contemporaneo, evento organizzato sabato 11 ottobre su iniziativa di AMACI, l’associazione che riunisce in un unico tavolo di lavoro i ventisei musei che nel Bel Paese si occupano dell’arte del presente.

Un migliaio le iniziative, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, a collegare tra loro spazi pubblici e realtà private, gallerie e collezioni, teatri e dimore storiche. Partendo dal Sud, con l’inaugurazione della personale di Walid Raad al Museo MADRE di Napoli e le speciali attività didattiche ad essa collegate; e con la mostra che in Puglia, alla Fondazione Pascali di Polignano a Mare, racconta attraverso le foto di grandi maestri – tra gli altri Zanni, Ghirri e Bereengo Gardin – l’anima del luogo.

Ricchissimo il cartellone di appuntamenti per il Centro Italia: Roma svela le meraviglie della casa-museo di Toti Scialoja e invita ai Mercati Traianei per la mostra personale di Giuseppe Stampone; all’Aquila si indaga la vibrante stagione che va dal ’68 al ’78, attraverso il lavoro di maestri come Carla Accardi, Joseph Beuys, Gilberto Zorio, Jannis Kounellis, Gino De Dominicis.

Al Nord si tinge di rosa il sabato della Fondazione Maramotti: a Reggio Emilia inaugura la doppia mostra di Chantal Joffe e Alessandra Ariatti, con performance musicale dedicata alle pagine che i grandi della classica hanno dedicato all’universo femminile; in Veneto l’appuntamento si sposa con gli eventi collaterali ad ArtVerona, fiera d’arte contemporanea in corso nella città di Giulietta.

[nella foto: l’opera d’arte simbolo dell’edizione 2014 della Giornata del Contemporaneo, realizzata per l’occasione da Adrian Paci]