Postcards From Paradise. Il ritorno di Ringo Starr

16 marzo 2015


Il 31 marzo debutterà sul mercato discografico mondiale l’ultimo lavoro di Ringo Starr. Postcards From Paradise, registrato dall’ex batterista dei Beatles nello studio della sua dimora a Los Angeles, conterrà undici tracce inedite, includendo per la prima volta un brano scritto e inciso dal musicista e dalla sua All Starr Band.

Dall’esordio con lo storico gruppo originario di Liverpool, l’ascesa di Ringo Starr si è rivelata inarrestabile, facendogli scalare i vertici delle classifiche con l’omonimo album Ringo, uscito nel 1973, a pochi anni di distanza dallo scioglimento della band.
Postcards From Paradise si inscrive nel solco di una carriera ininterrotta e conferma l’attitudine dell’autore a coinvolgere gli amici musicisti nella registrazione dei propri lavori. L’imminente album vedrà infatti la partecipazione, tra gli altri, di Joe Walsh, Peter Frampton e Glen Ballard.

Ma gli impegni di Ringo Starr non si esauriranno con il lancio mondiale della nuova produzione discografica. Il 18 aprile, infatti, l’artista rientrerà dal suo tour negli Stati Uniti per recarsi a Cleveland, in Ohio, dove assisterà alla cerimonia di ammissione alla prestigiosa Rock and Roll Hall of Fame e riceverà l’ambito premio per l’eccellenza musicale.

Artista poliedrico, Ringo Starr ha saputo unire la propria passione per la musica ad altri interessi creativi, accostando alla carriera di cantautore anche quella di doppiatore cinematografico, attore e amante della pittura. Numerose le partecipazioni a pellicole girate alla fine degli anni Sessanta e degno di nota l’interesse suscitato dalle sue sperimentazioni come pittore.
Una storia lunga e densa di successi, dunque, che merita i riconoscimenti tributati all’artista dal mondo del rock e non soltanto.