Anselm Kiefer torna all’HangarBicocca

26 settembre 2015

Anselm Kiefer, I Sette Palazzi Celesti, 2004 (foto Agostino Osio, Courtesy Fondazione HangarBicocca, Milano)

La sempre affascinante sede espositiva dell’HangarBicocca milanese ha accolto un’altra incredibile serie di opere firmate da Anselm Kiefer, autore dei celebratissimi Sette Palazzi Celesti allestiti in maniera permanente presso l’ex spazio industriale a partire dal 2004 e pensati proprio per questo luogo.

Anche i cinque lavori pittorici inediti saranno ospitati in maniera stabile dall’HangarBicocca, rendendo l’esperienza di visita ancora più emozionante. Prodotte tra il 2009 e il 2013, le cinque opere formano insieme alle “torri” – rese percorribili al pubblico – un’unica installazione dal titolo I Sette Palazzi Celesti 2004-2015, a cura di Vicente Todolì.

Anselm-Kiefer-Die-deutsche-Heilslinie,-2012-2013,-Courtesy-Galleria-Lia-Rumma,-Milano-Napoli

Le cinque grandi tele sono allestite tra le “navate” che accolgono le storiche installazioni di Kiefer – alte tra i 14 e i 18 metri e realizzate in cemento armato e parti di container per il trasporto merci – condividendo con queste ultime alcuni temi. Il tentativo dell’uomo di ascendere al divino attraverso le grandiose costruzioni architettoniche del passato, il rapporto tra l’individuo e la natura, lo studio matematico delle costellazioni ricorrono anche nelle recenti opere di Kiefer, lungo una linea di continuità.

L’inedito riallestimento dei lavori di Kiefer segna anche l’avvio della nuova programmazione concepita da Todolì – direttore artistico dell’HangarBicocca – per il prossimo triennio. Fino al 2018, lo spazio milanese farà da sfondo a nove mostre personali di autori acclamati in tutto il mondo, fra cui Philippe Parreno, Carsten Höller e Lucio Fontana.

[Immagine in apertura: Anselm Kiefer, I Sette Palazzi Celesti, 2004, foto Agostino Osio, Courtesy Fondazione HangarBicocca, Milano. Immagine nell’articolo: Anselm Kiefer, Die deutsche Heilslinie, dettaglio, 2012 2013, Courtesy Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli]