Agli Uffizi, nuovo allestimento per la Venere di Botticelli

18 ottobre 2016


Proseguono gli interventi compresi nell’ambizioso programma Nuovi Uffizi, che punta a ridefinire gli spazi e le dotazioni del prestigioso museo fiorentino. Dal 18 ottobre, una delle sezioni nevralgiche delle Gallerie degli Uffizi, quella che comprende opere iconiche della collezione come la Nascita di Venere e la Primavera di Sandro Botticelli, è di nuovo fruibile al pubblico con un aspetto completamente rinnovato.
Il nuovo progetto di allestimento ha riguardato anche la sala 8, che conserva opere di Masaccio, Filippo Lippi e Paolo Uccello; la 9, dedicata al Pollaiolo; la 15, focalizzata sul Maestro fiammingo Hugo van der Goes.

Gli ambienti in questione sono stati sottoposti ad importanti interventi di rinnovamento che hanno coinvolto anche gli apparati di sicurezza, di climatizzazione e di illuminazione.
In particolare, la sezione su Botticelli è stata implementata e resa più fluida: accanto ai capolavori già citati, il nuovo ordinamento museale ha previsto l’esposizione dell’Annunciazione di San Martino alla Scala – un affresco di circa sei metri di larghezza, eseguito nel 1481 e in passato conservato nell’aula di San Pier Scheraggio – del Ritratto di giovane con la medaglia di Cosimo il Vecchio, de La Calunnia e Pallade e del Centauro.

Il progetto è stato reso possibile anche grazie ad un’elargizione liberale di circa 700mila euro da parte della fondazione non profit Friends of Florence. Entro la fine del 2016 sono inoltre previsti ulteriori inaugurazioni e la realizzazione di un’area esclusivamente destinata alle mostre temporanee.