Un progetto artistico per il carcere di Regina Coeli

2 febbraio 2017


Si intitola outside/inside/out – Arte a Regina Coeli la prima edizione della rassegna pensata per la Casa Circondariale capitolina e inaugurata il primo febbraio scorso. Un progetto ideato con l’intento di aprire alla creatività spazi chiusi per antonomasia come quelli di un carcere.

Laura Federici, Camelia Mirescu e Pax Paloscia, tre artiste di formazioni diverse, hanno collaborato con i detenuti di Regina Coeli per la realizzazione di interventi artistici permanenti, creati sulle pareti interne del carcere, ravvivando la dialettica tra spazio aperto e spazio chiuso, resa ancora più attuale dal ricorso alle forme artistiche della contemporaneità.

Il linguaggio grafico e street di Pax Paloscia (nell’immagine in apertura), la pittura espressiva di Laura Federici e il collage materico e multi-visuale di Camelia Mirescu sono gli elementi cardine delle installazioni messe a punto nel carcere romano. I risultati dell’iniziativa sono anche protagonisti del video Muri socchiusi, inserito nell’ambito della XV edizione del Festival della Fotografia e visibile presso il MACRO di Via Nizza fino al 26 marzo 2017.