Gli scatti “fuori dal tempo” di Michele Pellegrino

18 luglio 2018


Si intitola Michele Pellegrino. Una parabola fotografica, la mostra – a cura di Enzo Biffi Gentili – che fino al 30 settembre animerà gli ambienti del Complesso Monumentale di San Francesco a Cuneo. Protagonisti assoluti sono gli scatti dell’autore cuneese, del quale la rassegna evocherà 50 lunghi anni di carriera.

Resa possibile dalla donazione dell’intero archivio fotografico da parte di Pellegrino alla Fondazione CRC, la rassegna è inclusa nel progetto Donare ‒ Rilanciare la cultura del dono in provincia di Cuneo, nato allo scopo di condividere con la comunità le preziose donazioni ricevute. Il titolo della mostra si ispira a una riflessione di Cesare Pavese, di cui ricorre il 110imo anniversario della nascita, accomunato a Pellegrino dall’insofferenza all’etichetta di narratore realista.

Come nella poetica di Pavese, infatti, anche in quella di Pellegrino a balzare all’occhio è l’elemento simbolico, ben evocato dalle atmosfere immortalate dal fotografo nei suoi scatti: contadini, montanari, frati e suore di clausura, personaggi fuori dal tempo ai quali si succedono paesaggi sospesi, quasi misteriosi, fatti di vette e solitudine.

[Immagine in apertura: Valle Stura, 1989 | PH Michele Pellegrino]