A Eboli nascono giardini pubblici in luoghi abbandonati

30 maggio 2019

the heart of eboli, progetto di monica botta

Sarà una giuria di esperti a decretare il progetto vincitore tra i 6 nuovi giardini che “prenderanno forma”, da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno, nel centro storico di Eboli, in provincia di Salerno. Dopo gli interessanti risultati conseguiti nel corso delle due precedenti edizioni, nella città campana si rinnova l’appuntamento con The Heart of Eboli_united colors of green, l’iniziativa nata da un’idea dell’architetto Sabrina Masala che, con i colleghi Emilia Abate, Francesco Rotondale, Mariagrazia Castiello, ha fondato l’associazione Radicity.
Gettare semi sul territorio italiano invitando i cittadini a prendersene cura affinché germoglino, innestando processi virtuosi che coinvolgano le comunità urbane, stimolandole a intraprendere un cammino di consapevolezza e senso di responsabilità nei confronti dei luoghi che abitiamo e delle persone con cui li condividiamo“: è questo l’obiettivo dichiarato di Radicity, che per la realizzazione di questo progetto ha ottenuto numerosi patrocinii istituzionali e può contare sul sostegno dell’amministrazione comunale.

A partecipare alla terza edizione del concorso sono il progettista del verde Dario Valenti, l’architetto Sofia Dionisio e la dottoressa Giulia Di Tanno, l’architetto Monica Botta (suo il progetto nell’immagine in apertura) e gli studi Greenatelier, YellowOffice e Pampastudio. A ciascuno è stato assegnata una porzione di spazio urbano – ad esempio un vicolo, una discesa, una scalinata – che nei prossimi tre giorni cambierà aspetto grazie agli interventi site-specific progettati. I 6 giardini realizzati andranno ad arricchire il “circuito green” del centro storico cittadino, che già include gli interventi legati alle precedenti edizioni.
Parallelamente ai cantieri, Eboli ospiterà conferenze, incontri, dibattiti e attività sul tema della sostenibilità ambientale.