Tra arazzi e dipinti. La mostra di Corrado Cagli a Roma

18 novembre 2019


A distanza di venti anni dalla personale nella galleria Archivio Arco Farnese, Corrado Cagli torna protagonista nella “sua” Roma ‒ città che lo vide ospite a più riprese in vita, fino alla scomparsa nel 1976. A segnare il rientro nella Capitale è la mostra Folgorazioni e Mutazioni, una retrospettiva che ripercorre i momenti iconici dell’artista attraverso un corpo di circa 200 opere selezionate.

IL PERCORSO ESPOSITIVO

Esposto al Museo di Palazzo Cipolla, l’ampio repertorio di lavori comprende disegni, dipinti, sculture, arazzi, grafiche e costumi teatrali; un ventaglio di tecniche e manufatti differenti, a dimostrazione della vivace indole creativa dell’autore anconetano, voce tra le più eclettiche e multiformi del primo Novecento italiano.

Allestito da Bruno Corà ‒ curatore del progetto in collaborazione con l’Archivio Cagli –, il percorso di visita passa dalle maioliche giovanili dell’artista alle tele a olio negli anni della Scuola Romana; dagli studi sulla quarta dimensione a quelli sul muralismo, restituendo un quadro completo dell’intero orizzonte creativo di Cagli. Tra le opere esposte – fino al 6 gennaio ‒, anche Orfeo incanta le belve, il monumentale disegno su cartone eseguito per la 21esima Biennale di Venezia del 1938.

[Immagine in apertura: Corrado Cagli, Lo scacciapensieri, 1950. Olio e smalto su carta intelata, 70 x 105 cm. Collezione privata, Londra]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close