Il presepe di Banksy a Betlemme

22 dicembre 2019

Il presepe di Banksy a Betlemme. Via InstagramIl presepe di Banksy a Betlemme. Via Instagram

Scar of Bethlehem. A modified nativity set for the @walledoffhotel“. Poche parole e una fotografia, rapidamente rilanciata dai media internazionali, accompagnano il post Instagram con cui Banksy ha dato notizia della realizzazione di una nuova, provocatoria, opera. Pubblicato ieri sul profilo ufficiale dell’artista di Bristol, tra i più conosciuti al mondo nonostante l’anonimato, il post in questione mostra il singolare presepe allestito nel Walled Off Hotel. Si tratta della struttura ricettiva aperta da Banksy nel 2017 a Betlemme, direttamente affacciata sulla “vista peggiore del mondo”: le finestre, infatti, mostrano la barriera in cemento che separa la Cisgiordania dal resto del territorio israeliano.

LA CICATRICE DI BETLEMME

Proprio questo discusso muro è stato riprodotto nel presepe, ribattezzato Scar of Bethlehem (nell’immagine in apertura: uno screenshot via Instagram), letteralmente Cicatrice di Betlemme. La scena della natività, ricostruita con le classiche riproduzioni di Gesù bambino, Maria, Giuseppe, del bue e dell’asinello, è stata infatti ambientata a ridosso di cinque setti murari esplicitamente evocativi della barriera che isola la Cisgiordania. Significativa la scelta fatta dall’artista per raffigurare la cometa, portatrice dell’annuncio della nascita di Gesù. A simboleggiarla è lo squarcio generato da un foro nella parte più alta del muro; in basso, invece, sono leggibili le parole Love e Paix in forma di graffiti.

Il presepe di Banksy è la seconda opera prodotta dall’artista in occasione del Natale 2019. È stata infatti svelata a qualche giorno di distanza dal murale, eseguito a Birmingham, con cui l’artista ha “trasformato” un senzatetto in Babbo Natale. Ai più attenti, così come agli estimatori del genere, non sarà probabilmente sfuggito che la barriera muraria del presepe presenta alcune affinità con la linea di souvenir sviluppata nel 2018 proprio per il Walled Off Hotel di Betlemme.