Un’immersione nell’arte di Caravaggio, a Catania

17 gennaio 2020

Caravaggio Immersive, Castello Ursino, Catania

Sono sempre di più le iniziative che puntano a promuovere la vita e l’opera dei grandi artisti attraverso l’uso dell’alta tecnologia. Ne avevamo avuto un esempio qualche mese fa con la mostra multimediale dedicata a Raffaello al Museo della Permanente di Milano o, ancora prima, con quella su Leonardo da Vinci a Firenze.

Si aggiunge oggi a questo genere di iniziative Caravaggio Immersive: un progetto che, grazie a proiezioni multi-sensoriali e ricostruzioni digitali, punta a ripercorrere l’esperienza del Merisi in Sicilia, trasportando il pubblico nelle tappe e nei capolavori realizzati dal pittore durante il suo soggiorno sull’isola.

GRANDI SCHERMI E OLOGRAMMI

Aperta fino al prossimo 31 marzo al Castello Ursino di Catania, la mostra racconta il viaggio tormentato dell’artista in fuga da Malta, il suo arrivo a Siracusa, e poi il cammino verso Messina e Palermo nel primo decennio del 1600.

I drammi e le esperienze artistiche di Caravaggio vengono riproposti in grande formato, attraverso maxi schermi, colonne sonore, ologrammi e riproduzioni interattive delle opere. Un viaggio immersivo negli ultimi anni di vita del genio, arricchito da una selezione di opere di pittori caravaggeschi – tra gli altri Mattia Preti, Pietro Novelli e Mario Minniti.