Dante Ferretti “sogna” Federico Fellini. A Cinecittà

5 febbraio 2020

Mostra-installazione "FELLINIANA - FERRETTI SOGNA FELLINI". Foto Andrea Martella

I sogni sono l’unica realtà” diceva Federico Fellini, il regista che attraverso i suoi film ha portato il mondo dell’immaginazione onirica all’interno del set cinematografico. Tra le tante iniziative che in tutta Italia stanno celebrando l’autore, nel centenario dalla sua nascita, merita di essere segnalata Felliniana – Ferretti sogna Fellini, la nuova e spettacolare mostra permanente inaugurata da qualche giorno negli Studi di Cinecittà, all’interno della storica Palazzina Fellini.

TRA SOGNO E REALTÀ

Realizzato dall’amico, tre volte premio Oscar e collaboratore del regista Dante Ferretti, e dalla scenografa di fama internazionale Francesca Lo Schiavo, il progetto accompagna il visitatore in una vera e propria immersione nell’immaginario felliniano, tra rimandi alle più celebri pellicole e testimonianze biografiche sull’indimenticabile maestro.

Diviso in tre ambienti, il percorso espositivo parte da uno straordinario “affresco” realizzato sulle pareti dello spazio, grazie a un evocativo pastiche di locandine cinematografiche d’epoca. Al centro della sala spicca un’automobile: è la Fiat 125 con la quale Ferretti e Fellini condividevano i viaggi per le strade romane, scambiandosi suggestioni artistiche, idee e racconti immaginifici prima di raggiungere il set.

L’installazione prosegue quindi l’ambiente dedicato a La città delle donne, film simbolo del sodalizio tra i due autori. Maschere, manichini e sculture iperrealiste decorano lo spazio, riunendo in un unico quadro personaggi e sequenze memorabili della pellicola. Chiude il progetto la sala finale, tutta in omaggio a Fulgor – lo storico cinema di Rimini nel quale la passione di Fellini per la settima arte ebbe inizio, che nel 2017 venne restaurato proprio Ferretti.

[Immagine in apertura: Vista della mostra-installazione “Felliniana – Ferretti sogna Fellini“, Cinecittà. Foto Andrea Martella]