Emilio Vedova a Milano: “dietro le quinte” di una mostra d’autore

13 gennaio 2020

Emilio Vedova a Palazzo Reale © Marco Cappelletti per Alvisi Kirimoto

Curata da Germano Celant, la mostra Emilio Vedova è uno degli appuntamenti di maggiore rilievo culturale tra quelli in corso a Milano in queste settimane. Visitabile fino al 9 febbraio prossimo a Palazzo Reale e promossa da Comune di Milano Cultura, da Palazzo Reale e dalla Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, è stata organizzata a cento anni dalla nascita dell’artista veneziano, tra i protagonisti indiscussi della scena pittorica italiana del secolo scorso.

Il progetto espositivo si focalizza su due periodi chiave del percorso artistico di Vedova: gli anni Sessanta — ai quali risalgono dipinti e sculture come il ciclo dei Plurimi — e gli anni Ottanta —relativi alle grandi tele e ai Dischi, ovvero dipinti in tondo di grandi dimensioni — , documentando l’intero pensiero pittorico e il percorso umano dell’autore in circa 40 opere.

UN FOCUS SULL’ALLESTIMENTO

La progettazione dell’allestimento della mostra è stata affidata allo studio Alvisi Kirimoto, che è intervenuto all’interno della Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale. Realizzata nella metà del Settecento, la sala venne parzialmente danneggiata nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Per gli architetti Massimo Alvisi e Junko Kirimoto si tratta del “luogo ideale per ‘incontrare’ Vedova e scoprire l’artista. Lo spazio, maestoso e denso, si adatta perfettamente al valore spaziale del lavoro di Emilio Vedova, alla sua profondità materica e all’essenza dinamica delle sue opere“.

Sul fronte architettonico, è stato scelto “un gesto minimale e al tempo stesso radicale“: in questo modo, infatti, i due progettisti hanno definito l’adozione del grande muro diagonale, ovvero un setto in pannelli di OSB grigi, lungo oltre 30 metri, alto 5 e profondo 1, che fende lo spazio assegnato, enfatizzando l’impronta scenografica della sala stessa. Non solo: in nome di una esaltazione della “natura urbana” dell’intervento, è stata prevista l’eccezionale apertura delle finestre della Sala verso il Duomo di Milano. Completa l’allestimento il progetto messo a punto per la Sala del Piccolo Lucernario, destinata alla presentazione dell’itinerario biografico e professionale di Emilio Vedova.

[Immagine in apertura: Emilio Vedova a Palazzo Reale © Marco Cappelletti per Alvisi Kirimoto]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close