Sky Arte HD
SkyArte

Cate Blanchett, l’arte e i manifesti

28 dicembre 2017

La lunga e complessa tradizione dei manifesti artistici è al centro di Manifesto, la pellicola di Julian Rosefeldt che approfondisce il ruolo dell’artista nella società contemporanea.
Il film, in onda su Sky Arte HD venerdì 29 dicembre, attinge dagli scritti di futuristi, dadaisti, suprematisti, situazionisti, membri di Fluxus e di Dogma 95, oltre che dalle esperienze di altri gruppi artistici e dalle singole riflessioni di architetti, ballerini e registi.

Traendo ispirazione dalle idee di Claes Oldenburg, Yvonne Rainer, Kazimir Malević, André Breton, Sturtevant, Sol LeWitt, Jim Jarmusch, solo per citarne alcuni, Rosefeldt ha revisionato e assemblato tredici collage di manifesti artistici. A prestare il volto a questi “nuovi manifesti” è l’attrice premio Oscar Cate Blanchett ‒ nei panni, fra gli altri, di un’insegnante di scuola, una burattinaia, una presentatrice, un’operaia e un senzatetto –, calando le parole più o meno note dei manifesti all’interno di cornici inaspettate.

Il film di Rosefeldt rivela la componente performativa e l’importanza politica di queste dichiarazioni, che spesso esprimono non solo il desiderio di cambiare il mondo attraverso l’arte, ma anche la voce di un’intera generazione. Manifesto mette in discussione la resistenza di queste parole allo scorrere del tempo, interrogandosi sull’universalità del loro significato e sulla trasformazione delle dinamiche tra politica, arte e vita.