Sky Arte HD
SkyArte

Quattro meraviglie nostrane

12 dicembre 2018

Un viaggio tra arte, storia e natura attende il pubblico di Sky Arte giovedì 13 dicembre, grazie a quattro puntate della serie Sette Meraviglie.

Il primo episodio ci porterà a Paestum. Celebre in tutto il mondo per i templi greci che, dopo più di duemilacinquecento anni, resistono ancora allo scorrere del tempo, Paestum riconquistò piena visibilità nel Settecento come meta d’elezione del Grand Tour da parte di celebri intellettuali e artisti dell’epoca. La vista dei templi di Nettuno, di Hera e di Atena, la sovrapposizione di elementi greci e romani, il rinvenimento di capolavori dell’arte funeraria, come la tomba del tuffatore, hanno reso Paestum un luogo cardine nello studio della civiltà greca e delle sue evoluzioni successive nel nostro Paese.

Ci immergeremo poi nella Roma barocca. In un’epoca di profonde trasformazioni politiche e religiose, la Roma del Seicento si rinnova, adeguando l’aspetto delle sue piazze, dei suoi palazzi e dei suoi luoghi di culto a quello che era il sentimento del periodo. Artisti come Bernini, Borromini e Maderno, famiglie aristocratiche, figure di pontefici illuminati rendono Roma un luogo nuovo, specchio di una fase altrettanto inedita che la Città Eterna si accingeva a vivere.

A seguire raggiungeremo la Toscana, alla scoperta delle Ville Medicee. Centri di mecenatismo culturale, queste ville rappresentano le dimore in cui per tre secoli la famiglia Medici ha saputo raccontare al mondo la propria grandezza, producendo arte inimitabile e rivoluzionando il concetto stesso delle residenze di campagna. Sono quattordici le ville e i giardini del sistema mediceo che l’Unesco ha deciso di includere nella propria lista dei patrimoni dell’umanità nel 2013. Fiori all’occhiello del programma rinascimentale dei Medici che, valicati i confini cittadini, hanno saputo tratteggiare in questi angoli di paradiso il perfetto equilibrio fra potere politico e ideale tensione verso l’elemento naturale.

La tappa finale sarà San Gimignano, il borgo murato, ornato da 14 torri, posto su una collina che domina la Val D’Elsa. In epoca medievale qui si potevano contare fino a 72 torri, ognuna legata alle differenti famiglie che detenevano il potere politico ed economico all’interno del borgo. Nessuna di esse tuttavia poteva essere più alta della torre del Comune, nota come la Rognosa. Nel 1990 l’Unesco ha nominato San Gimignano patrimonio dell’umanità, in quanto testimonianza illustre della civiltà medievale. Un luogo capace di racchiudere, all’interno di un’area limitata, tutte le strutture tipiche della vita urbana del tempo e di preservare una serie di capolavori dell’arte italiana nel loro contesto architettonico originale.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #SetteMeraviglie.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close