Aretha e le altre. Tra pop, jazz e soul

5 Maggio 2014


Cosa distingue una buona, anche ottima interprete, da una stella assoluta? La voce sola non basta: è questione di portamento, carisma, capacità di rapire il proprio pubblico e tenerlo con il fiato sospeso dalla prima all’ultima nota. Questione di quid  o, se preferite, di x factor ! Dato che accomuna tutte le protagoniste della Divas Night di Sky Arte HD, serata in compagnia delle più grandi voci al femminile dell’ultimo mezzo secolo.

Si parte con una puntata di Video killed the radio stars centrata sul decennio che più di ogni altro ha visto trasformare il pop da ambito squisitamente musicale a fenomeno anche visivo. Eccoci nei coloratissimi Anni Ottanta, stagione che grazie alla fortuna del videoclip ha visto Madonna conquistare fan in ogni angolo del mondo, cambiando definitivamente il concetto di stella; mentre regine del calibro di Aretha Franklin e Tina Turner hanno conosciuto fortunatissimi ritorni in grande stile.

Entriamo poi nella dimensione live, scovando negli archivi della memoria due esibizioni leggendarie di altrettante dame del soul. Ad aprire le danze è l’inimitabile caldissimo timbro di Nina Simone, probabilmente la più grande voce femminile del jazz, dal vivo al Festival dio Montreux nel 1976: uno show memorabile, segnato da hit del calibro di Little Girl Blue , Backlash Blues , Stars , I Wish I Knew (How It Would Feel To Be Free)  .

Restiamo sul palco del festival svizzero, ma torniamo indietro di qualche anno. È l’estate del 1969 quando è Ella Fitzgerald a incantare la platea con la sua prima partecipazione alla prestigiosa rassegna: per un evento che ha fatto la Storia della musica. E che prelude al gran finale, dedicato a un’altra voce simbolo della black music: quella di Aretha Franklin, cui è dedicata una puntata inedita di Video killed the radio stars.

Commenta con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #DivasNight

La curiosità – Si contendono il titolo di regina della musica Aretha Franklin e Madonna, in un testa a testa continuo nella classifica dei dischi più venduti in carriera. Difficile per entrambre, però, centrare il record detenuto dalla compianta Whitney Houston: unica artista in assoluto a piazzare sette singoli consecutivi al primo posto dell’autorevole Billboard Hot 100. Superando i Beatles (fermi a cinque).