Ciack, si gira! Con le regine di Hollywood

11 aprile 2014


L’inarrivabile eterea eleganza di una principessa, nel senso letterale del termine, e la gioiosa freschezza di una fata leggiadra. L’esplosiva sensualità di una delle donne più affascinanti di tutti i tempi e la schiettezza tutta mediterranea di una diva di casa nostra. Il fascino giocoso e peccaminoso di una sbarazzina femme fatale e la seducente raffinatezza di una signora del cinema: una serata all’insegna del fascino quella che prende vita su Sky Arte HD.

Sei volti indimenticabili del cinema, sei attrici fenomenali; una lunga maratona di Vite da Star interamente dedicata alle donne che hanno fatto girare la testa di Hollywood. E del mondo intero. Partendo dalla splendida Grace Kelly, leggendaria icona di stile resa immortale grazie al genio visionario di Alfred Hitchcock; e passando a Audrey Hepburn, figura capace di dettare uno stile unico e inconfondibile.

Si passa poi a due modi differenti e complementari di vivere la propria condizione di sex-symbol. Da un lato ecco Marilyn Monroe, che dietro un’espansività quasi infantile cela tormenti e malesseri antichi, specchio di un’anima tormentata dalla solitudine; dall’altro Sophia Loren: sicura di sé, determinata, eccezionale nell’interpretazione di ruoli drammatici e letteralmente incontenibile come attrice brillante.

Chiude la serata l’incontro ravvicinato con due stelle del cinema francese, icone della Nouvelle Vague. In primis ecco la divina B.B., acronimo diventato sinonimo di fascino; dopo aver assaporato con Brigitte Bardot le scatenate atmosfere della Costa Azzurra degli Anni Sessanta eccoci irrimediabilmente sedotti dalla donna che la rivista Look  ha indicato come la più bella del mondo. Catherine Deneuve.

La curiosità – La più bella? Audrey Hepburn. Seguita da Grace Kelly e Cindy Crawford. Una giuria decisamente affidabile quella che nel 2006 stila per il celebre magazine britannico New Woman  la classifica delle donne più affascinanti di sempre. A esprimere il proprio insindacabile giudizio, ovviamente, solo signore…