Una sera con il cinema d’autore

19 Febbraio 2015

David Lynch

Chi ha ucciso Laura Palmer? Ormai lo sappiamo. Anzi, i fan della serie cult I segreti di Twin Peaks sono venuti a scoprirlo troppo presto: il nome dell’omicida viene rivelato a metà della seconda stagione. Troppo presto, anche a detta del suo ideatore David Lynch: “C’era spazio per tantissimi altri misteri. Ma quel mistero era sacro, teneva in piedi tutti gli altri”. Come il cineasta e lo sceneggiatore Mark Frost avevano previsto, la rivelazione portò la serie a un calo di ascolti, quindi alla sua conclusione forzata. Quando Lynch e il suo collega, invece, stavano già pensando alla terza stagione.

Proprio da questa storia incompiuta prende l’avvio la nostra David Lynch Night, in onda su Sky Arte HD venerdì 20 febbraio, dalle ore 21:10: il primo appuntamento della serata è con Fuoco cammina con me, del 1993. Pur essendo un prequel rispetto alle vicende raccontate nella serie televisiva, il film rappresenta l’ultimo omaggio di David Lynch a un universo narrativo dal quale non riusciva a separarsi, nonostante le scelte della produzione avessero decretato altrimenti.
Per la gioia dei fedelissimi di Twin Peaks, Gianni Canova ci propone per RaroArte il lungometraggio che è assieme primo e ultimo atto della relazione tra il regista e questo mondo dall’apparenza imperturbabile, che nasconde invece incubi ricorrenti e ossessioni irresistibili per gli stessi protagonisti.

A seguire, vedremo l’inimitabile stile cinematografico di David Lynch applicato a un soggetto davvero particolare: i Duran Duran, di cui il regista ha seguito la performance al Mayan Theater di Los Angeles, il 23 marzo 2011. Duran Duran – Unstaged va ben oltre la ripresa del concerto, superando anche il genere del docu-film: è un’esperienza unica, dove immagini e musica convergono a creare uno spettacolo dal fascino surreale, com’è proprio delle creazioni del nostro regista.

Tra le sue opere, forse Eraserhead è quella che più rappresenta l’intera poetica di Lynch. Il film è stato definito dal suo creatore “un sogno di avvenimenti oscuri e pericolosi”. Vero e capolavoro di culto per i cinefili, ve ne proponiamo la visione alle ore 1:25.
Diretti e realizzati interamente da Lynch sono poi I corti, che andranno a concludere la notte dedicata al cineasta. I cortometraggi hanno caratterizzato l’intera carriera di David Lynch, sin dagli anni in cui era studente all’Accademia di Belle Arti. Sono angoscianti, assurdi, ridicoli: condensano in pochi minuti le qualità per antonomasia del cinema “lynchiano”.

Commentate la serata sui social network seguendo l’hashtag #DavidLynchNight.

La curiosità – Quella di Twin Peaks è una vicenda artistica che coinvolge più di un Lynch. Oltre a David, a questo universo narrativo si è dedicata anche la figlia Jennifer Lynch, autrice del libro Il diario segreto di Laura Palmer.