Il conturbante lato B del cinema

5 Novembre 2015


Dimenticate i budget milionari, le strapagate star di Hollywood, la distribuzione in centinaia di sale e il battage mediatico che circonda dive e divi. Dimenticate le code ai botteghini, le recensioni lusinghiere, il tam tam dei fan sulla rete: lasciatevi rapire dal fascino torbido del cinema di frontiera. Se i presupposti vi lasciano dubbiosi, garantiamo che le suggestioni suggerite dalla B-Movies Night di Sky Arte HD saranno invece di primissima scelta.

Pessime sale – ormai leggendarie – sulla 42esima strada, a ogni ora del giorno e della notte hanno proposto a un improbabile pubblico di affezionati trame shock per temi pop: sessualità sbarazzina e disinvolta, terrore puro, violenza gratuita. Un film d’exploitation, per definizione, accentua ed esalta caratteri che parlano alla pancia e al cuore del suo pubblico, prima che alla testa.

In un documentario unico, I Sarno – Una vita nel porno, conosceremo uno maestro assoluto del sexploitation, definito da alcuni – con meno sarcasmo di quanto potrebbe sembrare – “il Bergman del genere”. Joe Sarno è stato a suo modo un pioniere, regista misconosciuto che però ha diretto tanti di quei film soft core che, prima dell’avvento del porno, riempivano i cinema più popolari di New York negli anni Sessanta.
A differenza di altri lungometraggi esclusivamente incentrati sul sesso, nei film di Sarno questo elemento non è che una modalità– particolarmente autentica e disinibita – attraverso cui osservare relazioni e dinamiche tra uomini e donne… spesso, osservate proprio dal punto di vista femminile.

Si prosegue in seconda battuta con American Grindhouse: titolo tarantiniano per il documentario che racconta la genesi, l’evoluzione e lo straordinario revival di quello che è un vero e proprio genere narrativo.
È un cinema eroico, sperimentale e assolutamente genuino, fatto di effetti speciali artigianali come di sceneggiature rocambolesche, quello che ci raccontano star del calibro di John Landis (mitico regista dei Blues Brothers) e Joe Dante, padre dei Gremlins.

Commentate sui social network la speciale serata utilizzando l’hashtag #BmoviesNight.