I migliori anni passati sul dance floor

2 Ottobre 2015


Una sola parola, ripetuta tre volte, dà il titolo a un’elettrizzante serata in programma su Sky Arte HD la prossima domenica, a partire dalla prima serata: Dance Dance Dance è un consiglio che facciamo nostro, prendendolo dall’omonimo romanzo di Haruki Murakami, perché non c’è niente di più liberatorio e appagante dell’unione creativa tra la nostra sensibilità e il corpo.

Tutto può concorrere a sollecitare i nostri sensi e spingerci in pista. Non ci credete? In prima visione, il documentario Europe in 8 Bits vi mostrerà come persino le vecchie console dei videogiochi anni Novanta conoscono una nuova vita nel Terzo Millennio… come strumenti musicali. Proprio quei toni a 8 bit – che molti di noi associano a Super Mario Bros. e Donkey Kong – sono ora impiegati per produrre una musica radicalmente nuova, la chip music.
Certo, queste sonorità evocano inevitabilmente una certa nostalgia per quegli anni Novanta che ci vedevano adolescenti o giovani adulti, ma nell’operazione è insita anche una ribellione a un concetto imperante nel mondo high-tech dei nostri giorni: che “nuovo” significhi automaticamente “migliore”. La musica che ascolterete stasera è la precisa dimostrazione del contrario; prodotta con appena 8 bit, fa di un limite tecnologico una sfida, portando la creatività a raggiungere un’apoteosi inaspettata…

Per restare in tema dei vertici raggiunti nella storia della disco music, a seguire scenderanno in pista nientemeno che le Rock Legends degli ABBA, con uno speciale interamente dedicato al fenomeno del pop scandinavo. Il gruppo formato da Agnetha, Benny, Björn e Anni-Frid (le cui iniziali formano l’acronimo che dà il nome alla stessa band) conosce il primo grande successo già nel 1974, quando la doppia coppia – anche nella vita – vince l’Eurofestival con Waterloo. È l’inizio di una lunga serie di exploit, che portano gli ABBA in cima alle classifiche di tutta Europa, negli Stati Uniti… e davanti al Re di Svezia la sera prima del suo matrimonio, quando gli ABBA suonano dal vivo Dancing Queen, naturalmente.

A concludere le danze sarà una panoramica davvero esaustiva su atmosfere e hit degli scintillanti anni Settanta, nell’eccezionale e irresistibile docu-film firmato da Jamie Kastner. The Secret Disco Revolution calca dancefloor leggendari, in compagnia di veri e propri miti della musica. La disco music è divertimento, leggerezza, colore: sarebbe stato fuorviante imbrigliarla negli schemi narrativi propri del documentario tradizionale. Kastner sceglie un taglio ironico e scanzonato, quasi satirico; aziona la macchina del tempo e ci trascina nel 1978: trasmettendo tutta l’eccentrica carica energetica delle icone di allora, ripescando nelle chart dell’epoca successi che hanno fatto la Storia.

Commentate la serata sui social network attraverso l’hashtag #DanceDanceDance.