Donald Rumsfeld. La sua verità

19 novembre 2014


“Non si può essere oggettivi su Nixon”  scriveva il leggendario Hunter Thompson, padre del giornalismo gonzo, teorico di un approccio alla realtà che nega l’oggettività per imporre l’urgenza di prendere posizione. Di sporcarsi le mani, accettando il rischio di sbagliare: proponendo la propria versione dei piccoli e grandi fatti di cronaca, in attesa del verdetto implacabile della Storia. Un taglio che ritroviamo nel film che Errol Morris dedica, oggi, ad uno tra i più enigmatici personaggi della scena politica americana.

Tornano su Sky Arte HD i grandi titoli selezionati dal Biografilm Festival di Bologna, rassegna che da sempre ci permette di incontrare eroi e antieroi del nostro tempo; personalità celebri e perfetti signori nessuno, che grazie alle loro vite – sempre, a modo loro, esemplari – ci insegnano a guardare a noi stessi e alla società in cui viviamo con sguardo rinnovato. Più lucido e profondo, aiutandoci a capirci e conoscerci meglio.

A metà strada tra uno scioglilingua e una filastrocca: titola The unknown know il docu-film che mette per la prima volta davanti a una telecamera, senza filtri, il potentissimo Donald Rumsfeld. Un leone del Congresso americano, cresciuto politicamente sotto l’egida di Nixon e divenuto in breve un punto di riferimento imprescindibile per il Partito Repubblicano. Ricoprendo per tre volte, sotto due diversi presidenti, il ruolo di Segretario della Difesa.

Non un personaggio semplice, Rumsfeld: a lui si imputano alcune delle più drammatiche scelte di politica estera prese negli ultimi vent’anni dal governo di Washington, attorno al suo capo si addensano le nuvole di sospetti, intrighi, misteriosi giochi di potere tra lobby contrapposte. Morris mette sotto torchio il suo interlocutore in un durissimo faccia a faccia, irto di domande scomodissime: cercando di stanare la vecchia volpe della politica dalla sua tana. Ce la farà?

La curiosità – Quando viene incaricato dal presidente Gerard Ford ha appena 43 anni: nel 1975 Donald Rumsfeld diventa il più giovane Segretario della Difesa della storia degli Stati Uniti d’America. Quando nel 2001 George W. Bush gli chiede di tornare a ricoprire quel ruolo, Rumsfeld ne ha 79. Ed è il più anziano di sempre a rivestire la carica.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close