Vinicio Capossela, l’altra faccia della musica

6 Ottobre 2015


L’universo di Vinicio Capossela non è fatto solo di musica. L’istrionico cantautore ci ha abituati a incontrarlo sullo sfondo dei contesti più diversi, dalle pagine di un romanzo al palcoscenico, dalle atmosfere circensi al grande schermo. E proprio lo stretto legame tra musica e cinema che unisce le passioni creative dell’artista sarà al centro di La faccia della Terra, il film diretto nel 2009 da Gianfranco Firriolo in onda domani sera in prima visione su Sky Arte HD.

Amalgamando le riprese di ciò che doveva essere un semplice backstage, il regista ha dato vita ad un vero e proprio ritratto di Vinicio Capossela e delle sue inesauribili fonti di ispirazione. Il risultato è un viaggio fisico e interiore lungo le storie che fanno da contraltare alla scrittura e alla lavorazione del più recente album di studio di Capossela, Da solo. Sarà lo stesso Vinicio – sceneggiatore e interprete assoluto della pellicola – a guidarci on the road alla scoperta di stagioni scomparse, strumenti inconsistenti, personaggi fantastici e quotidiani, storie di vita che diventano canzoni, incontri fortuiti e fatali.

Un brulicare di storie e di vita che affiorano sulla faccia della terra come su quella dell’io narrante, modificandone i lineamenti e intrecciandoli per sempre a quelli dei suoi personaggi. Mescolando il linguaggio del reading a quello della poesia e del clip musicale, il lungometraggio offre uno spaccato inedito dell’immaginario artistico di Vinicio Capossela, finendo per essere, oltre a una narrazione cinematografica, anche un occhio indiscreto che immortala, quasi in prima persona, il processo creativo nascosto dietro ogni storia, dentro ogni canzone.