Foo Fighters: sweet home, Chicago!

10 novembre 2014


Quanti chilometri abbia percorso correndo dietro la musica non è dato saperlo. Prima come batterista dei Nirvana, poi come leader di Foo Fighters e guest star tutt’altro che occasionale dei Queens Of The Stone Age: l’ironico e irriverente Dave Grohl vive da almeno un quarto di secolo con la valigia in mano, tra tournée internazionali e sedute in studi sparsi in goni angolo del globo. È ora giunto il momento di accompagnarlo.

Esperienza unica e irripetibile quella che il rocker ci regala attraverso le puntate di Sonic Highways, serie di documentari che lo vedono debuttare come regista; e che seguono il suo girovagare per gli States durante i mesi della creazione del nuovo omonimo album dei Fighters. Registrato in diverse località dell’America, con l’appoggio di figure fondamentali per la storia del rock; un’avventura che diventa, nelle parole dello stesso Dave una “lettera d’amore alla storia della musica americana” .

Si parte da Chicago, la città del vento e dei mitici Blues Brothers, dove Grohl e compagni incontrano due veri e propri mostri sacri del rock. Risale ai tempi della registrazione di In Utero  , l’ultimo memorabile album dei Nirvana, il rapporto tra la star e Steve Albini: ecco lo storico producer incontrare nuovamente Dave a vent’anni di distanza da quel lavoro e dalla tragica scomparsa di Kurt Cobain, per un amarcord che tradisce grandi emozioni.

A seguire eccoci entrare in sala d’incisione per lavorare a Something From Nothing , prima traccia del nuovo album dei Foo Fighters. Ad accompagnare la band un ospite d’eccezione: gioca in casa Rick Nielsen, mitico chitarrista e fondatore degli scatenati Cheap Trick, scatenata hard-rock band partita dall’Illinois per conquistare il mondo. Un eroe della musica Anni Settanta, che torna a ruggire insieme ai suoi giovani più colleghi…

La curiosità – Sono i Cheap Trick a suonare Mighty Wings , canzone che accompagna i titoli di coda dell’indimenticabile Top Gun . Film che vede il nostro Giorgio Moroder vincere insieme ai Berlin il premio Oscar per la miglior colonna sonora con la celeberrima Take My Breath Away .


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close