Il cinema di Werner Herzog, tra fiction e documentario

9 Luglio 2015

werner-herzog-grizzly-man-locandina

Sarà una nottata intensa, quella di giovedì 10 luglio, da trascorrere in compagnia di uno dei registi più celebrati degli ultimi decenni, autore di ben due pellicole in onda su Sky Arte HD a partire dalle 21:10. Werner Herzog, nome di punta del cosiddetto Nuovo Cinema tedesco al pari di Wim Wenders, approda sul piccolo schermo con due titoli emblematici, che non lasciano dubbi sulla passione dell’artista per il genere etnografico-documentario, arricchito dall’apporto della narrazione creativa.

Grizzly Man, realizzato nel 2005 e proposto giovedì sera in apertura della nostra Herzog Night, è un toccante docu-dramma incentrato su uno dei temi più cari a Herzog, il travagliato rapporto fra uomo e natura. La narrazione si basa sulla storia dell’attivista-ecologista Timothy Treadwell che, nel 1990, iniziò a studiare la vita e i comportamenti degli orsi Grizzly in Alaska.

Impegnato a proteggere gli animali dai bracconieri durante tredici lunghe estati, trascorse nell’estremo Nord degli Stati Uniti, nel 2003 Treadwell rimase vittima di un’aggressione proprio da parte di un orso, insieme alla moglie Amie Huguenard. Mescolando interviste, immagini di repertorio girate dallo stesso Treadwell e affascinanti riprese paesaggistiche, Herzog riesce a far convivere una cruda visione della natura con la spiazzante positività dell’indomito attivista.

Mondo naturale e intervento umano tornano protagonisti in Cave of forgotten dreams, seconda pellicola in onda domani. La macchina da presa del regista tedesco fa il suo ingresso nelle spettacolari grotte di Chauvet, nella Francia meridionale, ricreando l’emozione di trovarsi a tu per tu con le più incredibili pitture rupestri mai rinvenute.
Premiato nel 2010 al Festival del Cinema di Toronto, il film documentario ha coinvolto i massimi esperti internazionali nel campo dell’archeologia e dell’antropologia. Le straordinarie scene, girate con tecnologia tridimensionale, consentono un’esperienza letteralmente immersiva in un contesto naturale senza eguali.