Incidenti di percorso. Con Valerio Mastandrea

2 aprile 2014


Hic sunt leones . Così gli antichi romani rubricavano, sulle proprie mappe, i territori ignoti che si estendevano oltre i confini meridionali dell’Impero: gli insidiosi e sconfinati deserti dell’Africa, luoghi infestati di belve feroci e bellicose tribù nemiche; zone dimenticate dagli uomini e dagli Dei, nelle quali era caldamente sconsigliato avventurarsi. Un avvertimento che sembra valere, oggi, per alcune tra le periferie più degradate dell’Urbe. Lontane anni luce dal fascino della Città Eterna.

È Qui e ora  che ci porta Valerio Mastandrea, nella pièce di Mattia Torre che lo vede  interpretare con Valerio Aprea una vicenda di ordinaria follia metropolitana. Siamo nella no man’s land  della più desolata e desolante periferia romana, persi tra discariche abusive e bretelle autostradali: lo scontro drammatico di due scooter, due uomini a terra, entrambi feriti. E nell’attesa snervante di soccorsi che sembrano chimere la cucitura, lenta ma inesorabile, di una inattesa complicità.

Godot è un barelliere nello spettacolo che l’attore romano porta all’Ambra Jovinelli, e che racconta a Marco Baliani in una nuova puntata di Camerini: la serie che vede Sky Arte HD addentrarsi dietro le quinte dei più importanti spettacoli in cartellone in Italia, incontrandone i protagonisti e confrontandosi con loro. Condividendo sogni, aspirazioni e delusioni; percorsi artistici che sanno restituire, nella loro magia, la vera natura del teatro. E non solo.

La trama di Qui e ora , con l’asettica ferocia dei suoi protagonisti – cinici, rabbiosi, disumanizzati – riflette con inquieta precisione gli aspetti più infelici della società contemporanea: disarticolata nella freddezza di rapporti legati solo dall’utile, dalla convenienza; sfibrata in una forma di autismo dei sentimenti, di cecità nei confronti dell’altro. Sono uomini soli che stesi sul palco dell’Ambra Jovinelli. Come tutti.

La curiosità – Attore, ma anche sceneggiatore e regista. È in lavorazione La profezia dell’armadillo  , commedia scritta da Valerio Mastandrea insieme a Zerocalcare, autore del fumetto originale cui si ispira il film.