La Venezia che non ti aspetti

18 gennaio 2013


La placida e insieme misteriosa atmosfera delle calli; l’anima di una città dove convivono in una sintesi perfetta la più struggente malinconia e la sfrenata spensieratezza. Appena un centinaio di chilometri e si è già in un altro mondo: una terra di confine, frontiera dove lo scambio tra diverse culture germina in maniera prolifica e ricchissima. Venezia e Trieste sono teatro di una nuova puntata de Il posto delle fragole.

Due città uniche, raccontate in esclusiva per Sky Arte HD dalla viva voce degli artisti che le hanno scelte come casa: spazio di lavoro e rifugio, luogo della contemplazione e dell’azione creativa. Documentari dalla coinvolgente carica evocativa quelli prodotti in collaborazione con .doc ed illy, capaci di restituire immagini inedite, di entrare in profondità nello spirito più autentico e genuino di alcune tra le località più affascinanti d’Italia.

La tinta data alle pareti del suo studio riflette il tono dell’acqua che scorre, lenta ma implacabile, lungo i canali della città: ad accompagnare il pubblico di Sky Arte HD nella labirintica Venezia è la pittrice Maria Morganti, irrimediabilmente e felicemente sedotta dalla magia di un luogo unico. Letto con uno sguardo intimo: fuori dai circuiti tradizionali, lontano dal clamore che circonda alcuni tra i punti più acclamati dal turismo di massa.

Precisa e ordinata; estrema, resa limpida dallo sferzare di un vento tagliente. Il volto di Trieste sembra condividere le caratteristiche dell’arte di Serse Roma, grande del disegno, dotato di una tecnica tanto meticolosa da suscitare effetti di qualità prossima alla fotografia. La città giuliana, raccontata dall’artista, diventa teatro per riflessioni profonde, spazio mentale per un viaggio alla ricerca di se stessi. Una piccola odissea interiore, sulle orme di James Joyce.