L’altro Franco Battiato

24 novembre 2015

franco-battiato

Secondo appuntamento con lo speciale che Sky Arte HD dedica a Franco Battiato, uno dei massimi poeti della musica italiana, di cui il canale vuole festeggiare 50 anni di carriera e sperimentazioni, di avventurose ricerche che hanno scandagliato parole e sonorità come mai era successo prima nel Belpaese.

Lo scorso 18 novembre abbiamo ripercorso momenti salienti e successi del percorso artistico di Battiato in compagnia dello stesso Maestro, nel primo capitolo della produzione esclusiva Le nostre anime, realizzata da Sky Arte HD in occasione dell’omonima raccolta antologica uscita proprio all’inizio di novembre. Rivedremo l’episodio in seconda serata; prima, infatti, avremo modo di conoscere un altro Battiato, artista visivo e uomo di spettacolo: è proprio sul rapporto dell’autore con le altre discipline artistiche che s’incentrerà la seconda parte del nostro Speciale.

Ancora a Milo, alle pendici dell’Etna, Battiato ci accoglie per raccontarci delle sue incursioni creative nella pittura, nel cinema e nel teatro. Seppure l’artista non si ritenga un pittore bensì un “uomo che dipinge”, come ha avuto modo di dichiarare nel corso di un’intervista anni fa, è dagli anni Novanta che Battiato si cimenta con tele e colori.
Nel linguaggio visivo, in una “seconda arte” che ha appreso per tentativi ed errori, senza manuali né maestri, Battiato coglie l’opportunità di migliorarsi; di guardare ancora una volta ai propri limiti, quando nella musica è già stato capace di superarsi innumerevoli volte. Dipinge così per rispondere a un imperativo filosofico e morale – quello di puntare indefinitamente al perfezionamento del proprio stesso essere.

Un duplice confronto è infine al centro di Musikanten, seconda prova registica di Battiato. Oltre a misurarsi nuovamente con il cinema, infatti, l’autore realizza stavolta un film incentrato su un celebre “collega”: nientemeno che Ludwig van Beethoven, di cui riprende gli ultimi anni di vita per raccontarli in chiave visionaria. Non a caso, tra gli interpreti di questo enigmatico lungometraggio figura anche Alejandro Jodorowsky, a sua volta cineasta conosciuto per una produzione fortemente onirica e introspettiva.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #BattiatoSkyArte.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close