L’estate non finisce mai. In California!

9 settembre 2014


Spiagge sconfinate lambite da onde con il passo lunghissimo, un sole smagliante a brillare sui bikini e sulle coloratissime decorazioni delle tavole; le casupole dei bagnini in tipico costume rosso, le palme a schermare la luce sul lungomare. Agitate dal vento e dal rockabilly spruzzato frizzante dalle casse di cabrio scintillanti. Sky Arte HD saluta l’estate dedicando una serata al mito della California, della sua spensierata cultura surf.

Si parte con un live da sogno: quello che nel 1976 vede l’attesa riunione della line-up originale dei leggendari Beach Boys, tornati a suonare insieme dopo aver ricomposto la frattura con il geniale dissidente Brian Wilson, per uno show che vede la partecipazione straordinaria dei Blues Brothers. Easy listening? Certo, se si pensa a canzoni come Barbara Ann  e California Girls ; ma non solo. Parliamo del gruppo che con Pet Sounds  ha eguagliato la raffinatezza compositiva dei Beatles, prendendo posizione in modo netto e deciso contro la guerra del Vietnam.

I Beach Boys sono un’icona sixties  , ma il movimento culturale di cui sono alfieri ha radici ben più profonde. È allora con la puntata de Le mitiche spiagge degli Anni Sessanta centrata su Malibu che affrontiamo in modo approfondito la nascita della fascinosa allure che da sempre avvolge la West Coast; scoprendo i protagonisti di una stagione che ha diffuso, in tutto il mondo, un nuovo modo di opporsi al conformismo e agli schemi preconcetti della società.

In chiusura di serata compiamo un balzo fino ai giorni nostri, per correre a tuffarci nell’oceano insieme a due autentiche leggende. Laird Hamilton, un’infanzia turbolenta esorcizzata grazie alla passione per il surf, i record di spericolatezza costantemente aggiornati in una continua sfida sul filo dell’adrenalina; Eddie Vedder, leader della rock-band dei Pearl Jam. Un ragazzone del Midwest trapiantato in California, anch’egli irrimediabilmente conquistato dalla sensualità delle onde.

Segui con noi la serata commentando sui social network attraverso l’hashtag #SurfinUsa

La curiosità – È l’americano Garrett McNamara ad avere cavalcato l’onda più alta di sempre: nel gennaio 2013 si impone, con la sua tavola, sulle spiagge portoghesi di Nazare. Surfando su una montagna d’acqua di trenta metri, stabilendo così un nuovo record da Guinness dei Primati.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close