Alla scoperta delle piramidi. Firmate Christo

24 Febbraio 2015

Lily Cole e Christo per il programma Tutti pazzi per l'arte

Oltre che bellissima, l’attrice e modella Lily Cole è anche un’intenditrice di arte contemporanea, forte di una laurea conseguita alla prestigiosa università di Cambridge. Non potevamo scegliere guida migliore per la serie che ci fa diventare tutti Pazzi per l’arte: otto puntate, altrettanti artisti contemporanei che Lily Cole ci porta a conoscere “sul campo”.

Per trovare Christo, protagonista della puntata in onda giovedì sera, la bella Lily si è dovuta spingere fino ai limiti del deserto. Incontriamo infatti il più famoso land artist di tutti i tempi alle prese con un’impresa davvero ambiziosa, forse la maggiore delle tante che l’hanno reso celebre: erigere una piramide contemporanea.

Christo, prima in collaborazione con la scomparsa moglie Jeanne-Claude, si è distinto nel mondo dell’arte per la sua ironica, dissacrante scelta di nascondere le cose, invece di rappresentarle attraverso le immagini. Ricorrendo quasi sempre a materiali di scarto del consumismo moderno, come involucri e rivestimenti plastici, sin dagli anni Settanta si è dedicato a “impacchettare” gli elementi del nostro scenario quotidiano. Inizialmente si trattava di oggetti di piccole e medie dimensioni, che venivano “nascosti” alla vista degli spettatori perché ricoperti da grandi fogli di poliestere.

Man mano, gli oggetti si sono fatti più grandi, fino ad assumere le dimensioni di monumenti – come la statua equestre in piazza Duomo a Milano. In parallelo, le sue tecniche di intervento sullo scenario circostante conoscevano declinazioni differenti. Nacquero così le barriere, incredibili muri eretti accatastando uno sull’altro i barili – vuoti, in questo caso – con cui altrimenti si immagazzina il petrolio grezzo. Proprio questi contenitori vengono ora utilizzati da Christo per il suo ultimo, incredibile progetto: erigere una piramide contemporanea alle porte di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi, più grande di quella egizia di Giza. Lily Cole è andata a trovare l’artista sul cantiere della monumentale installazione, ribattezzata Mastaba.

La curiosità – L’idea di realizzare la piramide ad Abu Dhabi ha accarezzato a lungo la mente di Christo. Sin dal 1979, quando lui e la moglie Jeanne-Claude si sono recati per la prima volta in visita negli Emirati. Da allora, la coppia è tornata diverse volte nel Paese medio-orientale, stringendo una relazione amichevole e duratura con la gente del luogo.