La malinconica bellezza di Marilyn

15 ottobre 2014

Marilyn Monroe

Una donna, due personalità. Quella solare e sbarazzina, incontenibile e spavalda esibita in modo a tratti persino irriverente sul set e davanti ai fotografi dei rotocalchi, impazziti per la sua straordinaria bellezza. E quella debole e fragile, tormentata da una insanabile malinconia, che ne ha segnato in modo tormentato l’intimità. Fino al più tragico e imprevedibile degli epiloghi. Questa la figura che impariamo a conoscere nel corso della serata dedicata al mito di Marilyn Monroe.

Si parte con Last Session, eccezionale documentario basato sugli appunti dello psichiatra presso cui la diva era in cura pochi mesi prima della sua drammatica fine. Dal taccuino di Ralph Greenson emergono dettagli importantissimi per ricostruire la delicata sensibilità dell’attrice e il suo rapporto con alcune delle figure chiave della sua vita: da John Huston a Truman Capote, fino a Arthur Miller e ai fratelli Kennedy. Proprio il discusso e misterioso legame della diva con JFK e il fratello Robert è al centro de I Kennedy – Storia di una famiglia, inedito diario della dinastia che ha segnato l’ultimo secolo della storia americana.

Nell’episodio di Vite da star dedicato all’attrice l’attenzione spazia a trecentosessanta gradi, mettendo a fuoco l’intera biografia di Marilyn. Dalle umili origini, segnate da un’infanzia difficile, fino al trionfo tributatole da Hollywood: un’ascesa verticale, non immune da dolorosi compromessi. Episodi che contribuiscono a dettare il ritratto di una personalità profondamente complessa.

In chiusura di serata incontriamo chi con Marilyn ha vissuto a stretto contatto, contribuendo a eternarne il mito. Eccoci con Bert Stern – L’uomo che fotografò Marilyn: in una delle ultime interviste rilasciate dall’artista prima della sua scomparsa emerge, irresistibile, il ricordo di una donna dal fascino assoluto; una fata dallo sguardo a volte triste e malinconico, quasi vinta dalla propria bellezza.

Commenta con noi la serata sui social media seguendo l’hashtag #MarilynNight 

La curiosità – Un mito per qualsiasi showgirl, quello di Marilyn Monroe. Tale la passione della popstar Rihanna per l’attrice da indurla – nel 2012 – a comprare un’opera d’arte da record. Un ritratto della compianta Norma Jeane realizzato dall’artista Claire Milner assemblando la bellezza di 65mila cristalli Swarovski di colori diversi.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close