Una domenica all’insegna del rock

25 febbraio 2016


Quale momento migliore del week end per ricaricarsi di energia in vista della nuova settimana? Domenica 28 febbraio, Sky Arte HD regalerà ai suoi spettatori una vera e propria carica di musica, con Rock Day, un’intera giornata all’insegna di ritmi scatenati e brani passati alla Storia.

La sveglia della domenica rock suonerà prestissimo e intonerà le melodie graffianti dei Foo Fighters, di Steve Hackett e dell’italianissimo Vasco. Sarà poi l’episodio di Classic Albums dedicato a John Lennon a evocare l’indiscusso talento del “dreamer” per eccellenza. L’album in questione è il disco Plastic Ono Band, di cui amici e collaboratori – come lo stesso Ringo Starr – ripercorreranno il making of.

Dopo gli inossidabili U2 e i leggendari Led Zeppelin, toccherà all’indimenticata Amy Winehouse farci rivivere le emozioni del Live at the Porchester Hall, andato in scena nel 2007. A soli 24 anni, la cantante è già una stella di portata globale. La cornice è quella della Porchester Hall di Londra, in scaletta tutti i grandi successi prodotti dalla Winehouse. Il risultato è uno show senza precedenti, condotto dalla trascinante energia della cantante e impreziosito da sontuose cover d’autore.

Gli Who, Michael Jackson e i Beatles ci guideranno al cospetto dei protagonisti di Rolling Stones – Crossfire Hurricane, il documentario diretto da Brett Morgen e incentrato sulle prime due decadi della lunga e fortunata carriera del gruppo britannico. Tra interviste esclusive e filmati di repertorio, emergono il successo e le hit immortali degli Stones, ma anche gli eccessi, l’abuso di alcool e droga e le tragedie personali. In un ritratto a tutto tondo di una band allergica alle definizioni.

Il “Boss” Bruce Springsteen e i rivoluzionari Pink Floyd anticiperanno un vero e proprio mito del rock, recentemente scomparso. David Bowie – 5 Years, diretto da Francis Whately, racconterà cinque momenti di passaggio nella carriera del Duca Bianco: dalla nascita dell’alter ego Ziggy Stardust (1971) al determinante soggiorno negli Stati Uniti (1975), che segna la chiusura della parentesi glam; dall’immersione nelle atmosfere di Berlino (1977) fino alle esperienze chiave (nel 1980 e 1983) per l’approdo alle sonorità pop.

Amico e collega di Bowie, sarà l’altrettanto indimenticabile Freddie Mercury la colonna portante di Queen – Rock Montreal Live, l’emozionante concerto tenuto dalla band nella città canadese il 24 novembre 1981. Si parte con l’incedere marziale di We Will Rock You, per poi passare a Crazy Little Thing Called Love, e Bohemian Rhapsody, prima del crescendo finale che conduce a We Are The Champions e all’eclettico arrangiamento dell’inno nazionale britannico. Un live entrato negli annali della musica, proprio come la carriera del gruppo capitanato da un frontman scomparso troppo presto, narrata nell’episodio di Rock Legends intitolato ai Queen.
Toccherà infine ai Clash e a Elton John calare il sipario su una giornata che si preannuncia ad alto tasso di adrenalina.

Commentate sui social network la speciale giornata utilizzando l’hashtag #RockDay.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close