Gli igloo di Mario Merz

12 Dicembre 2018


Lo speciale episodio della serie Artbox, in onda su Sky Arte giovedì 13 dicembre, schiude le porte della retrospettiva allestita negli ambienti del Pirelli HangarBicocca di Milano, incentrata sugli igloo di Mario Merz. Curata da Vicente Todolí e da Beatrice Merz, la mostra riunisce trentuno Igloos, dal primo, l’Igloo di Giap, datato 1968, fino a Spostamenti della terra e della luna su un asse, del 2003, anno della scomparsa dell’artista.

Il racconto espositivo traccia la genesi della forma-igloo nel percorso di Merz, sullo sfondo della Torino di fine anni Sessanta. Città dell’immigrazione dal Sud Italia e degli operai Fiat, ma anche città italiana fra le più dinamiche dal punto di vista artistico. Fu allora che prese forma l’esperienza dell’Arte Povera, di cui Merz fu un indiscutibile caposaldo.

L’antologica promossa da Pirelli HangarBicocca è stata allestita da Mariano Boggia, storico assistente di Merz dal 1984, e rappresenta un tributo a quella del 1985, curata da Harald Szeemann a Zurigo. Un prezioso documento video di allora offre l’opportunità di ascoltare le riflessioni di Merz sul proprio lavoro.