New York e il CBGB

11 Settembre 2020


Nel 2006, il CBGB, il più famoso rock club al mondo, chiude le sue porte per sempre. Tutti lo conoscono per i concerti di Blondie, Ramones e Talking Heads e per avere dato una “casa” al punk, ma nessuno ricorda che ciò che lo rese grande furono i matinée hardcore degli anni Ottanta.

Durante il documentario At the matinée, in onda su Sky Arte domenica 13 settembre, Walter Schreifels, musicista di alcuni dei più importanti gruppi hardcore punk, evoca quella che non è solo una storia solo di ragazzini e della loro musica, ma un racconto delle trasformazioni vissute da New York nel corso degli anni.

Il regista Giangiacomo De Stefano ricorda: “Nel 1989 vidi una foto su di una rivista. C’erano un centinaio di persone che entravano dentro il celebre CBGB. Alcuni di loro guardavano l’obiettivo. Erano i membri dei gruppi che avrebbero suonato quella domenica pomeriggio. Io ero in Italia, ma volevo essere con quei ragazzi che posavano davanti alla macchina fotografica a New York. Quei concerti, i matinée, erano uno dei momenti cardine della scena hardcore di New York. Questi incontri erano un fenomeno difficile da decifrare se non si comprendono i codici e i linguaggi interni alla comunità. Il documentario ripercorre quel periodo attraverso Walter e le sue canzoni”.