Van Gogh, tra fama e tormento

14 Settembre 2016

Vincent Van Gogh, (particolare) Autoritratto, 1889

Rientra fra i pittori più acclamati del panorama artistico internazionale, eppure l’esistenza di Vincent Van Gogh non conobbe la fama che certamente avrebbe meritato. Anima sensibile e tormentata, Van Gogh alternò fasi di grande entusiasmo creativo a momenti di profonda instabilità, che lo condussero al tragico, e ben noto, suicidio. La sua storia sarà protagonista della Van Gogh Night in onda giovedì 15 settembre su Sky Arte HD.

Retrospettivamente, sembra incredibile che, alla sua morte, Vincent Van Gogh fosse ancora un perfetto sconosciuto: per tutta la sua esistenza, i suoi dipinti non furono mai pagati più di 10 dollari. La stragrande maggioranza, anzi, rimase proprio invenduta. Quali fattori intervennero dopo la sua scomparsa, tali da renderlo uno degli artisti più quotati dell’arte moderna e contemporanea? Lo scopriremo grazie all’episodio della serie I predatori dell’arte perduta, in apertura di serata.

 Il film Dietro l’artista – Van Gogh ci permetterà di approfondire il percorso creativo del genio, al di là dell’immagine popolare del pittore maledetto. Come è riuscito Vincent, figlio della borghesia olandese, a diventare il Maestro Van Gogh? La pellicola getterà nuova luce su un affascinante processo che ha visto l’artista affrontare dubbi e ripensamenti, fallire ed esitare, prima di portare a maturazione il proprio inimitabile stile pittorico. Ad aiutarlo nel prendere fiducia nelle proprie capacità, le tante fonti di ispirazione di cui Van Gogh si è circondato e che il documentario analizza una a una: da Rembrandt a Millet, passando per gli impressionisti francesi e i maestri delle stampe giapponesi.

A seguire, Van Gogh – Un nuovo modo di vedere, il documentario diretto da David Bickerstaff, ci accompagnerà in un incredibile tour immersivo attraverso il nuovo allestimento del Museo Van Gogh di Amsterdam, alla scoperta delle sue sale e dei magazzini, generalmente preclusi ai visitatori. Un percorso emozionale tra le opere meno note e i più famosi capolavori, come I mangiatori di patate, I Girasoli, Iris, La camera di Vincent ad Arles. E una testimonianza reale dell’innovativa creatività di un genio incompreso.

Chiuderà la serata Van Gogh – Lettere dalla follia. Il docu-film diretto da Andrew Hutton ci condurrà in un viaggio imperdibile tra le pieghe di una mente geniale, dominata però da ossessioni e paure insormontabili. Grazie alla magistrale interpretazione di Benedict Cumberbatch, che vestirà i panni dell’artista, ripercorreremo le tappe di una vita segnata da uno straordinario talento e da una altrettanto intensa inquietudine. L’intera trama prenderà le mosse da una preziosissima documentazione: la raccolta delle oltre novecento lettere scritte da Van Gogh al fratello Theo nell’arco di diciotto anni, a partire dal 1872. La fitta corrispondenza racconterà nel dettaglio le esperienze vissute da Van Gogh e le sue riflessioni, regalandoci una testimonianza in presa diretta.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #VanGoghNight.