L’ultima sfida di Master of Photography

16 Luglio 2018


Si avvia al termine la stagione di Master of Photography, che ha visto i talentuosi concorrenti sfidarsi nell’ambito del primo talent show europeo dedicato alla fotografia. Finalmente uno di loro potrà conquistare il titolo e il premio finale di 100mila euro.

Stavolta i giudici ‒ il “nostro” Oliviero Toscani, Elisabeth Biondi, visual editor già collaboratrice di Vanity Fair e del New Yorker, e Mark Sealy, curatore e presidente di Autograph ABP ‒ dovranno valutare gli scatti dei finalisti e decretare il vincitore, aiutati dal consueto ospite internazionale che affiancherà i concorrenti nella loro ultima impresa.

Durante l’episodio in onda martedì 17 luglio, intitolato United colours, i tre fotografi rimasti in gara dovranno misurarsi con uno dei temi più attuali, la grande crisi dei rifugiati in Europa. Il fulcro della prova finale di questa edizione sarà l’analisi delle diverse sfumature dell’immigrazione nella cornice europea, oltre le spesso parziali interpretazioni fornite dai media.

Ognuno dei partecipanti sarà inviato in un luogo diverso, assegnatogli in modo casuale, dove incontrerà dei rifugiati che hanno trovato nell’arte o nello sport una via all’integrazione. L’Harake Dance Company a Berlino, La Piccola Orchestra di Torpignattara a Roma e il Tigers Football Club a Barnsley, nel Regno Unito, saranno i soggetti di un reportage fotografico a impronta sociale.

L’ospite della puntata conclusiva sarà Gary Knight, fotografo britannico noto in tutto il mondo grazie a uno stile documentaristico che l’ha portato a viaggiare in territori dominati da guerre e conflitti e co-fondatore di VII Photo Agency.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #MasterOfPhotography.