Alberto Giacometti secondo Stanely Tucci

17 Febbraio 2021


La passione per un artista ormai scomparso instilla il desiderio di scoprire i dettagli della sua vita quotidiana, di conoscere chi lo ha incontrato, di calcare i suoi stessi passi. Stanley Tucci è da sempre ossessionato dal grande pittore e scultore Alberto Giacometti; cresciuto a New York con un padre insegnante d’arte, Tucci fin da giovane ha amato il lavoro di Giacometti e la sua ricerca sulla condizione umana.

Dopo aver diretto un biopic – Final portrait, magistralmente interpretato da Geoffrey Rush –, l’attore e regista firma il documentario Alberto Giacometti by Stanely Tucci in onda in prima visione su Sky Arte giovedì 18 febbraio, approfondendo ulteriormente la sua ricerca sull’artista.

Stanley incontra profondi conoscitori del lavoro di Giacometti, tra cui lo scultore Antony Gormley, la direttrice della Tate Gallery Frances Morris e Adrien Maeght, interroga amici e conoscenti che hanno posato per lui; raccoglie particolari della travagliata vita sentimentale, entra nello studio parigino al 46 di Rue Hippolyte -Maindron (oggi casa privata) per conoscere più a fondo un uomo inquieto, non interessato alla fama ma soltanto alla propria attività creativa.