Stivali e impermeabile, due icone della moda

19 Maggio 2020

Sam Knee

Divenuti ormai parte integrante dei nostri guardaroba, i protagonisti dei due episodi di Stili ribelli in onda su Sky Arte mercoledì 20 maggio salirono alla ribalta della moda nel cuore del secolo scorso, grazie al fondamentale ruolo giocato dalla musica e dal cinema.

Furono i Beatles a sdoganare gli stivali, come racconta lo scrittore Paul Gorman durante la prima delle due puntate. Il loro manager Brian Epstein consigliò ai Fab Four di indossare quelli che sarebbero poi diventati noti come Beatles boots, degli stivaletti con una fascia elastica laterale venduti da Anello & Davide in Charing Cross Road a Londra.

Il bassista dei Sex Pistols Glen Matlock descriverà la storia dei suoi primi stivali, mentre Matteo Guarnaccia, artista e storico del costume, ricorderà l’importanza della rivoluzione glam sul fronte delle scelte estetiche compiute dalle giovani generazioni di allora.

I riflettori illumineranno poi un altro capo di abbigliamento iconico, l’impermeabile. La storica della moda Silvia Vacirca spiega come il trench non sarebbe parte dell’immaginario collettivo se non fosse stato indossato da icone immortali del cinema, come Humphrey Bogart, Michael Caine, Steve McQueen, Audrey Hepburn e Greta Garbo, rendendolo il capo di abbigliamento unisex per eccellenza.

Il batterista Kenney Jones e il cantante Jesse Hector parleranno infine della moda del parka, nata dall’esigenza di stare al caldo mentre si sfrecciava per le vie di Londra in scooter. Un capo di abbigliamento acquistato dai giovani nei molti negozi che vendevano il surplus dell’esercito nella parte est della città.


TAG >