Roberto Bolle a Londra

18 Settembre 2020

Roberto Bolle, PH. GIOVANNI GASTEL

Roberto Bolle è la mente e il protagonista del documentario in quattro puntate Questa notte mi ha aperto gli occhi: un viaggio alla scoperta dei grandi teatri delle città in cui si esibisce, raccontando tutto quello che non sta sotto i riflettori ‒ prove, pause, riflessioni, sorrisi e dolori, suoi e dei grandi artisti con cui collabora, da Alessandra Ferri a Zenaida Yanowsky, da Darcey Bussell a Mizuka Ueno fino a Svetlana Zakharova. Sullo sfondo di atmosfere notturne e intime, l’Étoile incontra uno scrittore di fama che vive o ha vissuto in ciascuna delle quattro città, invitato a narrarne le storie e i segreti.

L’episodio in onda su Sky Arte domenica 20 settembre sarà ambientato a Londra, dove il ballerino si trova per il riscaldamento prima delle prove di Margherita e Armando con Zenaida Yanowsky. Bolle evoca le origini della sua passione per la danza e, a seguire, dialoga con Jonathan Coe, interrogandolo sul medesimo tema e approfondendo il legame tra la sua scrittura e la musica.

Al termine dell’episodio Bolle raggiunge una delle partner più importanti di tutta la sua carriera, colei che lo ha voluto al Royal Ballet quando aveva 23 anni, Darcey Bussell.