Alessandra Ferri, la star della danza

20 Ottobre 2016


L’Italia, terra di bellezza e cultura, è una delle nazioni più visitate e ammirate in assoluto. Eppure non sempre il Belpaese sa fare tesoro delle proprie eccellenze. Gli episodi della serie Grand’Italia presentano i ritratti di sei donne e uomini italiani “eccellenti” che, negli ambiti più diversi, hanno reso grande l’Italia in Europa e nel mondo, contrapponendo ai rischi del fatalismo e del declino le ragioni della sfida, della passione, della vitalità.

L’autore della serie, Franco Marcoaldi, non si propone al pubblico nelle vesti del semplice intervistatore, ma lo guida alla scoperta delle vicende, delle passioni e del talento di ciascun personaggio, mettendo in luce il profondo legame tra quest’ultimo e il suo paese d’origine, l’Italia appunto.

Ogni protagonista è affiancato da un “testimonial”, un amico, un collaboratore, che apre nuove finestre sulla sua quotidianità, restituendone la componente umana, così simile a quella di ognuno di noi. L’appuntamento di venerdì 21 ottobre sarà dedicato a una delle ballerine più apprezzate al mondo, Alessandra Ferri. Definita oltreoceano “la Magnani del balletto”, in virtù di una fortissima carica teatrale, drammatica ed erotica al medesimo tempo, la vedremo cimentarsi nelle prove quotidiane al teatro di Bolzano e successivamente la incontreremo alla prima di Chéri, sul palcoscenico londinese.

La Ferri racconterà la storia della sua passione per la danza, sbocciata in tenerissima età e rimasta immutata nel corso degli anni, nonostante la fatica connaturata a questa disciplina. Durante il documentario appariranno al suo fianco due cari amici: la giornalista e critica Leonetta Bentivoglio e l’étoile Roberto Bolle, celebre ballerino che considera la Ferri un vero e proprio punto di riferimento, professionale e umano.