Paolo Villaggio e Fantozzi

22 Gennaio 2019


All’istrionico e indimenticato Paolo Villaggio Sky Arte dedica La voce di Fantozzi, il documentario in onda martedì 22 gennaio.

In concorso alla 74esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e diretta da Mario Sesti, la pellicola rievoca storia, disavventure e successo del ragionier Ugo Fantozzi, dando voce ai suoi personaggi (dal Megadirettore alla Signora Pina), ai suoi luoghi (la Regione Lazio dove è ambientato il suo ufficio), ai suoi compagni di strada (da Antonio Ricci a Renzo Arbore, da Lino Banfi al produttore Bruno Altissimi, da Maurizio Costanzo a Michele Mirabella), ma anche a intellettuali e artisti, da Domenico De Masi a Christian Raimo, da Marco Travaglio a Dario Fo, da Roberto Benigni a Maurizio Battista a Fiorello, senza dimenticare la sua auto, la mitica Bianchina.

La voce che spicca più di tutte è però quella di Paolo Villaggio, che per questo film ha scritto dialoghi, accompagnato la produzione e concesso un’ultima, memorabile apparizione/intervista. Non manca l’apporto di giovani artisti, come il videomaker Gianluca Abbate e i disegnatori Annalisa Corsi e Francesco Schietroma ‒ che hanno ricreato l’immagine di Fantozzi e rimesso in scena alcune sue celebri imprese ‒ i musicisti e sound designer Stefano Di Battista, Federico Badaloni e Jacopo Sinigaglia ‒ che hanno reinventato i suoni dei suoi film ‒ e il folksinger Wrongonyou.